Santuario di Sant'Antonio da Padova

Nasce in origine come chiesa di San Mauro per accogliere i fedeli che si recavano nella sottostante cripta basiliana, poi usata come luogo di sepoltura.

Facciata

Nasce in origine come chiesa di San Mauro per accogliere i fedeli che si recavano nella sottostante cripta basiliana, poi usata come luogo di sepoltura. La chiesa fu poi affidata alla comunità religiosa degli Alcantarini, molto devoti a San Pasquale Baylon e per questa ragione la struttura (compreso il convento) viene indicato con il nome di San Pasquale.

La facciata è in stile tardo-barocco con una cimasa che sovrasta il rosone. L'interno è a tre navate. Attualmente, il complesso è occupato dai Padri Rogazionisti il cui fondatore - il beato Padre Annibale Maria di Francia - giunse in Oria nel 1908. Da allora la chiesa fu ampliata. Nel 1947 la chiesa diventò Santuario e fu dedicata a Sant'Antonio.

Da questa chiesa si accede alla cripta di San Mauro che ha una forma rettangolare, con alcuni affreschi nella parete dove è collocato l'altare. Pregevoli quello dedicato alla Madonna del Melograno e uno più piccolo che rappresenta Cristo coronato dalle spine.

Galleria immagini

Facciata

Facciata

Documenti e link

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO

Atti e pubblicazioni

Vedi tutto »

X
Torna su