Vincenzo De Angelis

Studiò nel seminaro di Oria e dopo aver preso gli ordini si recò a Roma e poi a Napoli per approfondire i suoi studi. Andò a Bari dove per due anni insegnò la lingua latina. Ritornato a Oria divenne prima professore di lettere italiane e latine. Il vescovo monsignor Guida lo promosse al canonicato di questa cattedrale e monsignor Margarita al canforato mentre monsignor Montefusco lo volle convisitatore nella S. Visita della Diocesi.

Nel tempo, in cui lo scisma dal 1862 per quasi tre anni dilaniò questa Diocesi il Papa Pio IX elevò il De Angelis alla carica di apostolico nella Diocesi Oritana comportandosi con coraggio e fermezza. L'arcidiacono pubblicò una dotta grammatica latina, vari opuscoli sullo scisma Oritano, ed un volume in difesa del potere temporale dei Papi.

Periodo: Oria 19 Luglio 1809 - ivi 13 Febbraio 1893

Lasciò inedite "Lezioni di teologia dommatica e morale", "Direttorio mistico", Commenti sulla cantica dell'Apocalisse, e su altri libri della sacra scrittura", "Dissertazioni sulla lingua primitiva e su i primi alfabeti" e vari opuscoli di cronologia e di filologia, e molte monografie di diverso genere.

X
Torna su